GIUSTIZIA: MORRONE: DA CONVENTIONN LEGA EMERGONO IDEE VERA RIFORMA

Roma, 14 maggio. “I dati sconfortanti sul sistema giustizia, con al centro la lentezza dei processi civili, sono fra i fattori determinanti che ostacolano la crescita dell’Italia. Una giustizia civile inefficiente produce un limite alla crescita dell’occupazione del 3%, la perdita di due punti di Pil all’anno e scoraggia gli investimenti dall’estero. Basterebbero queste considerazioni oggettive per sollecitare tutta la politica a elaborare una riforma vera e strutturale, quella che noi della Lega sosteniamo con forza”.
Così in una nota il parlamentare della Lega Jacopo Morrone, componente della commissione Giustizia a margine della convention della Lega “È l’Italia che vogliamo”, in svolgimento a Roma.
“Ho apprezzato le sollecitazioni e gli spunti arrivati dai relatori di alto profilo che mi hanno rafforzato nella convinzione che al Paese serva una riforma ben più incisiva di quella proposta dal ministro Marta Cartabia e che il Referendum del 12 giugno possa dare la spinta decisiva. Non possiamo perdere questa occasione, il vero cambiamento può passare solo da una riforma che incida davvero sui problemi”.