Golf: Faldo, “no a Ryder 2020 a porte chiuse”

(ANSA) – ROMA, 30 APR – “La Ryder Cup è al livello del Super Bowl e delle World Series, non posso immaginarla a porte chiuse. Ok ad alcuni tornei senza spettatori, ma eventi del genere meritano spettacolo e atmosfera”. Anche Nick Faldo, tra i migliori golfisti di tutti i tempi, si schiera col fronte del “no” alla Ryder Cup americana di settembre (25-27 a Kohler, nel Wisconsin) senza il pubblico a causa dell’emergenza coronavirus.
    L’ipotesi avanzata dalla PGA of America e confermata da Padraig Harrington, capitano del Team Europe, non sembra affatto piacere ai grandi del green, di ieri e oggi. Dopo Rory McIlroy, Tommy Fleetwood e Jim Furyk, anche Faldo – vincitore in carriera di 3 Open Championship e altrettanti Masters Tournament -, in una breve intervista rilasciata a Golfweek, è sceso in campo per scongiurare uno scenario sempre più probabile. “I fan sono parte integrante dell’evento – ha sottolineato ancora l’inglese – e rido pensando all’idea di un putt per la vittoria da tirare senza il boato del pubblico. Penso al pugno d’esultanza di Tiger Woods e di tanti altri interpreti come Tommy Fleetwood, protagonista a Parigi. Il supporter servono anche ad aumentare adrenalina e intensità di gioco, con una Ryder a porte chiuse mancherebbe completamente l’atmosfera”. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte