Grazie ai protagonisti delle attività dedicate alle scuole di CAMBIAMOMARCIA a.s. 2019/2020

La chiusura delle scuole per il COVID 19 ha interrotto anche tutte le attività che erano in corso del progetto CAMBIAMOMARCIA  nelle scuole di Cesena e Cesenatico, ma questo non ha impedito di raccogliere e festeggiare comunque a fine anno scolastico  ottimi risultati grazie ad un grande impegno di squadra:

L’IMPEGNO DI
dieci associazioni convenzionate col Comune di Cesena stavano facendo funzionare in 20 plessi scolastici ben 27 linee piedibus attivate, con un esercito di 571 passeggeri impegnati a fare senza auto e ad andare a scuola a piedi con gli amici, grazie all’accompagnamento di 208 genitori volontari organizzati in turni.

In questi giorni un “attestato” di ringraziamento viene consegnato a ciascuno per questo bel risultato di squadra che ha fatto raggiungere entro febbraio il traguardo prefissato dal progetto in termini di benefici ambientali raggiunti (tanti chilogrammi di CO2 non emessi).

ll 27 giugno a Cesenatico i rappresentanti dell’ amministrazione incontreranno i bambini delle linee piedibus per la consegna dell’ attestato  

L’IMPEGNO DI
una scuola media, di Viale della Resistenza che si stava preparando ad accogliere una ciclofficina nel proprio cortile ed avviare le prime attività.
Il cantiere dei lavori di realizzazione purtroppo ha potuto aprire solo in questi giorni e l’inaugurazione con le prime attività sono slittate all’apertura del nuovo anno scolastico durante il quale la scuola potrà disporre di una nuova attrezzatura completa di biciclette per realizzare attività all’aperto e anche spostamenti in gruppo;

L’IMPEGNO DI
un programma integrato di educazione alla mobilità sostenibile a cura del CEAS in collaborazione con la Cooperativa Controvento ha subito una variante trasformando i percorsi didattici, che si sarebbero dovuti svolgere tutti all’aperto, in lezioni online.
Durante le chiacchierate si sono raccolti i pensieri e i racconti dei bambini partecipanti sul vissuto di questo periodo isolati a casa.

Il risultato è stata una bellissima lezione di educazione alla sostenibilità riassunta dalla nuvola di pensieri riportata qui a fianco a cura di uno studente universitario che ha svolto il Service Learning presso Controvento col fine di produrre una tesina sul progetto.

 Osservazioni, riflessioni, indicazioni utili ad orientarci nella riorganizzazione dopo la “pausa forzata”  per riaprire le città partendo dai bambini, alleati fondamentali per immaginare e sognare la città che vorremo costruire.


Fonte originale: Leggi ora la fonte