Hong Kong, scontri e arresti nel giorno dell’anniversario di Tienanmen: passa la legge sull’inno cinese

HONG KONG – Proteste e  scontri a Hong Kong nel giorno dell’anniversario del massacro di Tienanmen: la polizia ha arrestato decine di persone e usato spray urticante cercando di disperdere le manifestazioni in memoria della sanguinosa repressione del 1989 nonostante le autorità dell’ex colonia britannica le avessero vietate per la prima volta in trent’anni.2107 #?? #??? 20?30?????????????????????????????????????????????????????????? ??????????@SolomonYue#TiananmenSquareMassacre#1989?6?4?
#20200604 #MongKok #?? #hkpolicebrutality pic.twitter.com/geaWxxNJCH
— Umamaru???? (@Umamaru5) June 4, 2020
La situazione è degenerata in serata. Nei video diffusi in Rete si vedono poliziotti in borghese usare spray urticante contro i manifestanti che bloccano una strada. Le forze dell’ordine hanno anche circondato la sede dell’ufficio di collegamento del governo cinese a Hong Kong verso cui era diretto un altro gruppo di manifestanti. Nel quartiere di Sheung Wan, artificieri hanno invece fatto brillare un pacco sospetto con la scritta “Attenzione”.21:08 #MongKok: 3 persons subdued by plainclothes police on Argyle Street. Pepper spray deployed. Blue flag (warning of unlawful assembly) raised.— #SOSHK Fight for Hong Kong (@Fight4HongKong) June 4, 2020
Centinaia di persone, nonostante i divieti, hanno invece partecipato a una veglia per le vittime della strage di piazza Tienanmen a Victoria Park dopo aver forzato il blocco delle forze dell’ordine per impedire l’evento, che si tiene ogni anno, non autorizzato per motivi sanitari. Hong Kong, commemorazione di Tienanmen vietata: scontri e arrestiVictoria Park, Hong Kong

Fonte originale: Leggi ora la fonte