Hong Kong: Scontro Usa a Pechino, liberate i 12 fuggitivi. Cina: ‘Non interferite’

L’ambasciata Usa a Pechino chiede alle autorità cinesi di rilasciare immediatamente i 12 fuggitivi di Hong Kong, consentendogli di lasciare il Paese. “Il loro unico cosiddetto ‘crimine’ è quello di fuggire dalla tirannia. La Cina comunista non si fermerà davanti a nulla pur di impedire al suo popolo di cercare la libertà altrove”, si legge in una nota.

Sui 12 cittadini di Hong Kong arrestati nei mesi scorsi nelle acque cinesi mentre tentavano di fuggire a Taiwan, dieci si avviano a essere processati nel pomeriggio presso il Tribunale del popolo del distretto di Yantian, a Shenzhen.

La Cina ha criticato duramente la richiesta dell’ambasciata Usa di “liberare immediatamente” i 12 cittadini di Hong Kong arrestati per l’ingresso illegale nelle proprie acque continentali nel tentativo di raggiungere in barca Taiwan. Il portavoce del ministero degli Esteri Zhao Lijian ha detto che “la Cina è governata dalla legge e ritiene responsabili coloro che violano la legge”, invitando Washington a smettere di usare la questione di Hong Kong per interferire con i suoi affari interni. Gli Usa “ignorano i fatti”, ha aggiunto Zhao in conferenza stampa, parlando di affermazioni “irresponsabili”.


Fonte originale: Leggi ora la fonte