‘I vaccini fanno bene’, un libro su sfide che ci aspettano

ROMA – Basato sul documento ufficiale dell’Accademia Nazionale dei Lincei, arriva in libreria ‘I vaccini fanno bene. Perché dobbiamo credere nella scienza per difenderci da virus e batteri’ (pp 160, euro 15), a cura degli immunologi, oncologi e specializzati in malattie infettive Guido Forni, Alberto Mantovani, Lorenzo Moretta e Giovanni Rezza, pubblicato da La nave di Teseo.

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, i vaccini salvano nel mondo 5 vite ogni minuto, 7.200 ogni giorno. E consentiranno, nel decennio che stiamo vivendo, di aver evitato oltre 25 milioni di morti. “Questo libro, tratto dalla nuova edizione del documento Vaccini dell’Accademia nazionale dei Lincei, viene pubblicato in un momento critico e quanto mai appropriato per una riflessione e una condivisione delle conoscenze su questo argomento. Ci stiamo infatti confrontando con un’epidemia di Covid-19 che, dopo la Cina, ha colpito il nostro Paese e che è stata dichiarata ‘pandemia’ dall’OMS/WHO.

Siamo disarmati di fronte a questa nuova minaccia: non sappiamo ancora come il virus interagisca con il sistema immunitario, abbiamo pochi strumenti farmacologici per combatterlo, e soprattutto non possiamo disporre di un vaccino efficace. Accade sempre così: ci ricordiamo dell’importanza di un vaccino quando ci manca, come in questo caso” sottolinea nella prefazione l’immunologo Mantovani, direttore scientifico di Humanitas e professore emerito di Humanitas University.

Il libro “spiega come funzionano i vaccini, quale è la loro efficacia in rapporto al rischio di tossicità, quali sono le sfide che abbiamo davanti. Sfide scientifiche, come quella che stiamo vivendo con la Covid-19, ma anche – non meno importanti – sfide di condivisione. Vaccini significa in primis condivisione: perché un cucciolo di Homo Sapiens su cinque che viene alla luce sul nostro pianeta non ha accesso a tutti i vaccini di cui ha bisogno. Il libro non si dimentica di questi ‘ultimi’ e ci ricorda che i vaccini costituiscono un’assicurazione sulla vita e una vera e propria cintura di sicurezza per l’umanità intera. Covid-19 lo sta ricordando a tutti in modo, purtroppo, drammatico” sottolinea Mantovani. 


Fonte originale: Leggi ora la fonte