Il calcio riparte? Dai tribunali: in arrivo cause milionarie per contratti, stipendi e tv

In Italia la tabella dell’Inail, l’istituto nazionale per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro, ha inserito i calciatori professionisti tra le categorie ad alto rischio: un indizio allarmante. In Spagna il ministro della Salute, Salvador Illa, ha ricordato che gli enti pubblici e privati provvisti di materiale sanitario per il coronavirus lo devono comunicare alle autorità sanitarie dello Stato, perché i test si eseguono soltanto dietro prescrizione medica: in pratica, una diffida ai club della Liga a fare privatamente i tamponi ai calciatori, perché le priorità sono altre.
repApprofondimento

Fonte originale: Leggi ora la fonte