Il tifoso Teocoli, “calcio molto penalizzato”

(ANSA) – ROMA, 27 APR – “Qualcuno pensa che i calciatori siano dei privilegiati, che molti di loro guadagnano miliardi; quelli che non fanno giocare, però, non capiscono che loro vivono per giocare. Farli scendere in campo è obbligatorio, altrimenti vanno in depressione. Se sai che non c’è una sfida come fai ad allenarti bene, sapendo che non succede niente? Gli sport di squadra sono molto, molto penalizzati. Non c’è stata una giusta identificazione”. Teo Teocoli, grande appassionato di calcio e tifoso del Milan, all’ANSA parla così della decisione del governo di dare il via libera agli allenamenti degli sport individuali e non a quelli di squadra. “Se fossi un dirigente del calcio? Fare progetti ora è inutile e pericoloso – aggiunge -. Questa Fase 2 non mi lascia tranquillo. Usciremo da questa vicenda non pensando ai soldi. Non si possono fare previsioni, a meno che non vinca il dio denaro”. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte