Impennata contagi in Sardegna, Consiglio straordinario

(ANSA) – CAGLIARI, 24 AGO – Dopo il nuovo boom di contagi in Sardegna, 81 quelli registrati ieri, e le polemiche sugli attacchi all’isola, il presidente del Consiglio regionale Michele Pais ha scritto ai capigruppo dell’Assemblea sarda con l’intenzione di convocare l’Aula in seduta straordinaria. L’idea è qualle di valutare l’assunzione di “eccezionali provvedimenti a tutela della reputazione della Sardegna, dei sardi e dei suoi imprenditori turistici”.
    “E’ importante che il Consiglio regionale – scrive Pais – assuma al più presto una decisa posizione sul tema, facendo luce su una vicenda dai tratti opachi ed inquietanti. E’ necessaria una risposta univoca per far sentire la voce della Sardegna anche al di fuori della nostra isola. Sono certo che i capigruppo accoglieranno la mia richiesta di convocazione immediata dell’Assemblea. Dopo un’analisi della situazione, unitariamente, si decideranno le azioni più idonee per tutelare la nostra terra che è stata, oltre che contagiata, offesa e accusata con gravi danni sia di immagine che economici”.
    La proposta era arrivata dai banchi dell’opposizione con l’esponente dem Roberto Deriu che aveva parlato di “una vicenda dai tratti opachi ed inquietanti”. E la Lega con il capogruppo in Consiglio Dario Giagoni ipotizza la richiesta di risarcimenti danni a “testate gionalistiche” e al presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti.
    “I dati parlano chiaro e pongono la Sardegna in coda tra le regioni per numero di casi, eppure c’è chi ha deciso di metter su un campagna mediatica diffamatoria e denigratoria senza precedenti”, attacca anche il consigliere regionaledella Lega Michele Ennas che sottolinea il “danno di immagine che rischia di avere ripercussioni importanti sul proseguo della stagione”, ipotizzando “un vero e proprio boicottaggio perpetrato ai danni del nostro sistema economico”. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte