India, strage di asceti hindu ai tempi del coronavirus

BANGKOK – Un nuovo delitto fra gli asceti hindu (detti sadhu) scuote l’India pochi giorni dopo il linciaggio di massa avvenuto in Maharastra, lo Stato di cui Bombay è capitale, il 16 aprile. Due religiosi sono stati uccisi da un uomo armato di bastone dentro un tempio dell’Uttar Pradesh, lo Stato più popoloso della nazione, retto dal leader religioso Yogi Adityanath che ha tra i suoi discepoli molti di questi mistici che i devoti chiamano anche “santi”.
repApprofondimento

Fonte originale: Leggi ora la fonte