Investito da un’auto a Roma, muore 14enne. I testimoni: “Era sulle strisce”. L’investitore positivo ad alcol e droga

Un ragazzo di 14 anni è morto investito da un’auto nella tarda serata di ieri a Roma. Aveva festeggiato con gli amici l’ultimo giorno di scuola. È accaduto in zona Infernetto, in via Francesco Cilea e secondo numerosi testimoni stava attraversando sulle strisce. Sul posto sono intervenute numerose pattuglie della polizia locale e il 118.

Il personale sanitario ha provato a rianimare il ragazzino, ma non c’è stato nulla da fare. Al volante un giovane di 22 anni, che si è fermato e, rimasto sotto shock, è stato trasportato al Grassi per essere sottoposto agli esami di rito. È risultato positivo ai test di alcol e droga.


Secondo una prima ricostruzione, la Peugeot 108 diretta verso via Wolf Ferrari lo avrebbe investito mentre attraversava per primo sulle strisce pedonali, alle spalle gli amici suoi coetanei che erano con lui.

La corsa dell’utilitaria sarebbe continuata per altri 30 metri, finalmente terminata proprio davanti all’ingresso della scuola Mozart. Sul posto decine di ragazzini, i familiari e i tanti residenti corsi in strada appena sentito l’impatto.

“L’ho baciato, aveva ancora la bocca aperta. Gli ho messo l’apparecchio, ma che importa l’apparecchio? Aveva 14 anni, una vita davanti e me lo hanno falciato così. Adesso io come faccio?”. Così la disperazione della mamma davanti al corpo del figlio ancora sull’asfalto, coperto dal lenzuolo bianco. Mattia avrebbe compiuto 15 anni a ottobre e ieri sera era uscito con gli amici per festeggiare, l’incidente è avvenuto a poca distanza da casa. Il conducente dell’auto si trova al Gruppo Tintoretto della polizia locale in attesa del processo per direttissima.



Fonte originale: Leggi ora la fonte