La rabbia di Vissani: “Ecco le chiavi del ristorante, senza aiuti falliremo tutti”

Anche Gianfranco Vissani ha consegnato, in modo simbolico, le chiavi del proprio ristorante di Baschi al sindaco del comune umbro, Damiano Bernardini, nell’ambito della mobilitazione nazionale ‘Risorgiamo Italia’. Il flash mob silenzioso programmato per il 28 e 29 aprile ha animato per due giorni tutto il Paese,  per denunciare la situazione del settore, le cui perdite ad oggi ammontano a 34 miliardi stimati, secondo l’ultima analisi Fipe-Confcommercio.Risorgiamo Italia: anche Gianfranco Vissani aderisce alla protestaBen sette gli operatori della ricezione-ristorazione che oggi hanno chiuso per sempre, simbolicamente, le serrande della loro attività, consegnando al primo cittadino le chiavi in segno di responsabilità. Nel farlo il famoso chef umbro, già volto televisivo conosciuto in tutta Italia, ha consegnato una lettera di ulteriore denuncia, firmata da tutta la piccola delegazione, denunciando come il Covid-19 “a volte è meno pericoloso dell’indifferenza di chi non vuole comprendere le esigenze nazionali e locali di un intero settore in ginocchio”.  La rabbia di Vissani: "Ecco le chiavi del ristorante, senza aiuti falliremo tutti"

Fonte originale: Leggi ora la fonte