‘La rivincita’ al Bif,il sud del mondo che resiste

(ANSA) – BARI, 25 AGO – I campi pugliesi della Valle d’Itria, tra ulivi secolari e muretti a secco, fanno da sfondo a “La rivincita” l’opera prima del regista pugliese Leo Muscato, che sarà proiettata questa sera fuori concorso al Bif&st, il Bari international film festival.
    Il film è ambientato a Martina Franca che rappresenta “un sud del mondo, avremmo potuto ambientarlo ovunque – spiega il regista – . E’ una storia raccontata nel sud dell’anima, avremmo potuto scegliere qualunque periferia, una storia di resilienza, che racconta la necessità di non poter fare a meno di amarsi l’uno con l’altro per poter reagire alle avversità che la vita può donarti da un momento all’altro”. E’ il racconto delle disavventure economiche e familiari di due fratelli e delle loro mogli a seguito dell’esproprio di un terreno.
    Uno degli attori protagonisti, Michele Venitucci, anche lui pugliese di Bari, spiega che i personaggi rappresentano “stereotipi, archetipi di esseri umani in continua lotta con se stessi e con quello che avviene nella loro vita, però allo stesso tempo riescono a sopravvivere stando insieme con la famiglia e, nonostante la violenza di quello che avviene, rimanendo delle brave persone”. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte