Lazio, Tare: ”Spadafora non ci aiuta, siamo discriminati”. E attacca Juve e Inter. La replica del ministro: “Affermazioni ridicole”

ROMA – Figc, società e anche arbitri uniti contro il ministro Spadafora. La decisione del Governo di non far ripartire gli allenamenti degli sport di squadra il prossimo 4 maggio, è stata una doccia gelata per chi vedeva imminente la luce fuori dal tunnel. Particolarmente duro il ds della Lazio, Igli Tare: “Siamo rimasti sorpresi dalle dichiarazioni del premier Conte e dal ministro Spadafora. Ci sentiamo discriminati. Non so quale sia lo scopo del ministro, ma in questo modo non sta aiutando il calcio”.Spycalcio

Fonte originale: Leggi ora la fonte