L’esperimento della tv per spiegare i pochi casi in Giappone

24 maggio 2020

Il basso tasso di contagio, in Giappone, si dovrebbe alla lingua parlata nel Paese? E’ la stramba teoria che un talk show dell’emittente Tbs, Hiruobi, ha provato a illustrare con un video in cui una donna pronuncia, prima in giapponese e poi in inglese, la frase “Questa è una penna”. Davanti a lei un sottile foglio di carta, che col suo movimento indicherebbe l’ammontare di aria espulsa. L’esperimento proposto lascia intendere che la pronuncia inglese possa generare più particelle nell’aria, e che quindi possa contribuire maggiormente alla diffusione del virus.

 

Gli esperti ospiti della trasmisisone hanno negato che possa esserci una correlazione tra il tasso di contagio e la lingua parlata in un Paese. L’esempio scelto dal talk-show, inoltre, è fuorviante poiché la parola “penna” si pronuncia allo stesso modo sia in giapponese sia in inglese. Molti utenti di Twitter hanno pubblicato la loro ‘prova’, mostrando come basti pronunciare ‘pen’ in modo più incisivo, in giapponese, per ottenere il medesimo effetto su un foglio di carta.

 

In Giappone i casi di nuovo coronavirus, dall’inizio dell’epidemia, sono poco più di 16mila mentre i morti sono 808 (dati worldometers.info del 24 maggio 2020)

 

 

video YouTube / Tbs



Fonte originale: Leggi ora la fonte