Librerie riaprono e unite ricordano Sepulveda il 4 maggio

(ANSA) – ROMA, 30 APR – I librai ricordano Luis Sepùlveda, morto il 16 aprile per coronavirus, con diverse iniziative in tutta Italia, il 4 maggio. Ogni libreria potrà dedicargli una vetrina, una lettura, una fotografia, ricordi personali, una firma su un suo libro utilizzando i social media con l’hashtag #libreriepersepulveda. E, dove è possibile, nel rispetto delle norme di distanziamento e di sicurezza previste, invitando anche i lettori ad unirsi a questo tributo collettivo allo scrittore cileno amico dell’Italia, i cui libri hanno accompagnato e cresciuto più generazioni, insegnando l’importanza della lotta per la libertà e per la realizzazione dei sogni.
    Nei giorni di ripartenza delle librerie – che in molte regioni hanno riaperto il 14 aprile e in altre riapriranno il 4 maggio – è un segnale di speranza e di fiducia “affinché possano tornare a essere luoghi di connessione e di aggregazione culturale e sociale, e punti di riferimento per il territorio e per i lettori”.
    L’omaggio a Sepulveda è partito dalla manifestazione torinese ‘Portici di carta’, una delle iniziative di promozione della lettura del Salone del libro di Torino – in collaborazione con COLTI, Consorzio Librerie Torinesi Indipendenti, Biblioteche civiche torinesi e Assemblea Teatro, che hanno pensato di proporre a tutti i librai d’Italia una iniziativa comune per il 4 maggio nel segno del ricordo dell’autore di ‘Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare’. Numerose le librerie che hanno già aderito. Chi vuole partecipare può scrivere a: informazioni@porticidicarta.it. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte