Lillo e Greg, Jeckyll e Hyde in D.N.A.

Con uno sguardo dichiarato a ‘Il professore matto’, rilettura di Jerry Lewis del capolavoro di Stevenson ‘Dr. Jeckyll e Mr. Hyde’, arriva ‘D.N.A. Decisamente Non Adatti’, esordio alla regia del duo comico Lillo & Greg. Un film che salterà le sale, come capita in quest’epoca di Coronavirus, per approdare direttamente on demand dal 30 aprile sulle principali piattaforme come SkyPrimafila Premiere, TimVision, Chili, Google Play, Infinity, CG Digital e Rakuten TV.

Di scena due ex-compagni di scuola elementare, Nino (Lillo) e Ezechiele (Greg), molto diversi tra loro che si rincontrano da adulti e decidono ad un certo punto di scambiarsi i codici genetici per migliorare le proprie vite. Va detto che Nino, detto il bulldog, è un delinquente da quattro soldi a capo di una banda ancora più scalcagnata, mentre Ezechiele porta avanti il suo destino di perenne bullizzato, sia in famiglia, composta da moglie e due figli adolescenti, che all’università dove è professore di genetica. Destino vuole che Ezechiele, nerd fino al midollo, tenti di cambiare il suo destino di sfigato facendo un melange tra il suo DNA e quello di Nino. Per un po’ il professore ci guadagna in machismo mentre Nino nell’uso dei congiuntivi, ma solo dopo qualche giorno i due risulteranno Decisamente Non Adatti a queste nuove vite.

“Questa era l’idea originale – dicono Lillo e Greg all’ANSA -, da qui ci siamo messi a scrivere insieme ad Edoardo Falcone e abbiamo buttato giù in poco tempo una trama tra spy movie e la sci-fiction, dove il nostro umorismo surreale si potesse muovere bene all’interno di un racconto credibile e pieno di umanità”. E ancora, sulla scelta della regia, spiega Lillo: “È fondamentale per noi poter gestire il film per la nostra particolare comicità legata, come è, più alla situazione che alla battuta. Tutti i registi hanno ovviamente i loro punti di vista, la loro grammatica, ma non sempre corrisponde alla nostra”. Spiega poi Lillo: “Non è vero che nei nostri film e sketch io sono sempre quello rozzo e Greg quello più raffinato. A volte siamo entrambi nerd, a volte è lui quello duro e violento”. Confessa invece Greg: “All’università, devo dire, io ero uno che usciva poco, non ero molto sociale, insomma ero un po’ nerd. Il fatto è – aggiunge – che non mi piaceva fare a botte e neppure il gioco del calcio. Per fortuna a quei tempi mi salvavano musica, disegno e letture”.

E il Coronavirus? “Certo è un evento devastante che potrà davvero essere superato solo quando ci sarà un farmaco o un vaccino – dice Lillo -. Per quanto riguarda infine il futuro del cinema questa situazione – spiega l’attore – sta anticipando ancora di più la rivoluzione delle piattaforme downloading a danno delle sale. Comunque da un punto di vista umano questa pandemia mi ha insegnato una cosa: bisogna portare avanti le cose, non perdere tempo”. Nel cast del film anche Anna Foglietta, Simone Colombari, Stefano De Sando, Alessio Di Domenicantonio, Federico Jahier, Karl Kranz, Marco Marzocca, Fabrizio Sabatucci, Gianni Fantoni, Emanuele Salce, Massimiliano Vado, Luciano Miele, Giancarlo Ratti, Lorenzo Gioielli, Chiara Sani e Federica Cifola.


Fonte originale: Leggi ora la fonte