LONGIANO. Donna aggredita da un pitbull al parco, i proprietari fuggono senza prestare soccorso. Denunciati

 

NELLA MATTINATA DEL 12 AGOSTO 2020, UNA CITTADINA UCRAINA DI SESSANTAQUATTRO ANNI
DENUNCIAVA, PRESSO IL COMANDO STAZIONE CARABINIERI DI LONGIANO (FC), CHE NELLA TARDA
MATTINATA DEL GIORNO PRECEDENTE, MENTRE ATTRAVERSAVA IL PARCO PUBBLICO “MADRE
TERESA DI CALCUTTA” DI LONGIANO (FC), VENIVA MORSA AL VOLTO DA UN CANE DI RAZZA
PITBULL DI COLORE BIANCO, PRIVO DI GUINZAGLIO E MUSERUOLA.

NELL’IMMEDIATEZZA, UNA COPPIA DI GIOVANI RICHIAMAVA IL CANE E RIFERIVA ALLA DONNA CHE, DOPO AVER ASSICURATO L’ANIMALE A BORDO DELL’AUTOVETTURA, L’AVREBBERO ACCOMPAGNATA PRESSO IL PRONTO SOCCORSO. TUTTAVIA, I PREDETTI SI ALLONTANAVANO DAL LUOGO, FACENDO PERDERE LE PROPRIE TRACCE.

LA DONNA, QUINDI, FERITA, SI RECAVA AUTONOMAMENTE PRESSO IL PRONTO SOCCORSO DELL’OSPEDALE “BUFALINI” DI CESENA, DOVE VENIVA MEDICATA E DIMESSA CON LA
PROGNOSI DI GIORNI 7 (SETTE) S.C..

RICEVUTA LA NOTIZIA DI REATO, I MILITARI DELLA STAZIONE CARABINIERI DI LONGIANO AVVIAVANO IMMEDIATAMENTE I PRIMI ACCERTAMENTI E, ATTRAVERSO LA VISIONE DELLE IMMAGINI ESTRAPOLATE DAL SISTEMA DI VIDEOSORVEGLIANZA COMUNALE, RIUSCIVANO A IDENTIFICARE IL SOGGETTO PROPRIETARIO DEL CANE, UN VENTIDUENNE LONGIANESE, E LA SUA ACCOMPAGNATRICE. L’UOMO, ALLA LUCE DI QUANTO ACCLARATO, VENIVA DEFERITO IN STATO DI LIBERTA’ ALLA PROCURA DELLA REPUBBLICA PRESSO IL TRIBUNALE DI FORLI’ PER LA VIOLAZIONE DI CUI AGLI ARTT. 590 (LESIONI PERSONALI), 593 (OMISSIONE DI SOCCORSO) E 672 (OMESSA CUSTODIA DI ANIMALI).