LONGIANO. RIUNIONE A PONTE OSPEDALETTO SULLA QUESTIONE PROFUGHI IN ARRIVO

I 12 nuovi profughi verranno ospitati presso l’ex agriturismo“Da Brel”. I richiedenti asilo nel territorio comunale salgono a 21 complessivi e Longiano si avvicina alla soglia minima prevista. Alla sala del quartiere di Ponte Ospedaletto giovedì sera si è tenuta un’assemblea pubblica per illustrare la situazione relativa ai nuovi richiedenti asilo in arrivo.
Una ventina di persone presenti in sala, in quanto la riunione è stata convocata senza preavviso ed erano presenti, tra gli altri, il sindaco Ermes Battistini, alcuni consiglieri comunali di maggioranza e minoranza, il direttore
Asp del Rubicone, Emanuele Broccoli, e Claudio Tirinnanzi dell’associazione di volontariato Croce d’oro di Cesena che gestirà la nuova struttura messa a disposizione da privati. E’ stato così ufficializzato l’arrivo del gruppo di 12 profughi, che verrà ospitato nell’ex agriturismo ubicato lungo la via Emilia.

«Il numero massimo di profughi che può contenere quella struttura – ha confermato il direttore dell’Asp del Rubicone, Emanuele Broccoli – è di 12 unità. Saranno tutti africani o afgani, ma di etnie non in contrasto tra loro.
Non sappiamo se saranno donne, uomini o coppie. A livello di Unione siamo a quota 204 profughi contro i 300 previsti».

 

 

Carmela Vigliaroli

cvigliaroli@giornaledelrubicone.com