Lucky Luke, e ora i neri americani sono in primo piano

Il prossimo album di Lucky Luke, il cowboy solitario che “spara più veloce della sua ombra”, metterà in primo piano i neri americani. Lo ha annunciato lo sceneggiatore della serie creata più di 70 anni fa dal belga Morris.

“Le storie di Lucky Luke dovrebbero svolgersi durante la guerra civile americana e oltre, eppure gli afroamericani non sono mai rappresentati negli album, se non in modo marginale”, ha spiegato Jul, autore dei due precedenti album di Lucky Luke, “La terra promessa” (2016) e “Un cowboy à Paris” (2018).

Negli oltre 80 album della serie, i neri compaiono sporadicamente, spesso senza parole. L’album “Un cowboy nel cotone”, disegnato come i precedenti da Achdé, uscirà il 23 ottobre da Lucky Comics.

“È stato concepito molto prima della morte di George Floyd”, ha detto Jul. La copertina dell’album mostra Lucky Luke, la pistola in mano, in un campo di cotone accanto a uno sceriffo nero. Sullo sfondo, possiamo vedere le figure inquietanti di quattro membri del Ku Klux Klan con torce accese. La storia si svolge in Louisiana. Lucky Luke ha ereditato un’enorme piantagione di cotone. Accolto dai piantatori bianchi come uno dei loro, Lucky Luke dovrà combattere per ridistribuire la sua eredità ai contadini neri.
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte