Lukashenko, dispiegato l’esercito ai confini occidentali

La Bielorussia ha dispiegato le unità da combattimento dell’esercito ai suoi confini occidentali e le ha portate in piena operatività. Lo ha detto il presidente bielorusso Alexander Lukashenko, citato da Ria Novosti. Il Consiglio di coordinamento dell’opposizione sta cercando di “prendere il potere con un colpo di Stato, con tutte le conseguenze del caso”, ha detto ancora Lukashenko, che ha minacciato di adottare “tutte le misure adeguate” per contrastare gli obiettivi dell’opposizione. Il presidente ha poi accusato l’opposizione di voler ritirare il Paese “dall’Unione con la Russia, dal Trattato di sicurezza collettiva e chiudere due basi russe”. “Inoltre vogliono vietare la lingua russa e introdurre dazi e dogane con la Russia”, ha aggiunto. Lo riporta Interfax. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte