Moria di elefanti si estende nello Zimbabwe

(ANSA) – IL CAIRO, 30 SET – Dopo gli almeno 330 elefanti
morti in Botswana a causa di tossine prodotte da microalghe, ora
anche in Zimbabwe si sospetta che una malattia batterica sia
responsabile per la morte di oltre 30 pachidermi nel Paese
dell’Africa Australe. Lo riferisce il sito della Bbc.
    La “Zimbabwe Parks and Wildlife Management Authority” (Zpwma)
ne ha contati 34 tra l’Hwange National Park e le Victoria Falls
ma sospetta che ne possano essere altri deceduti alla stessa
maniera.
    Il direttore generale dello Zpwma, Fulton Mangwanya, ha
comunque definito “improbabile” che questa moria da sola possa
avere “alcun serio impatto sulla sopravvivenza della popolazione
degli elefanti”.
    Lo Zimbabwe e il confinante Botswana ospitano circa la metà
dei 400 mila elefanti censiti in Africa.
    Scienziati mettono però in guardia che i cambiamenti
climatici potrebbero rendere più frequenti gli avvelenamenti da
alghe tossiche, le quali si moltiplicano in acque calde. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte