Morto dopo tampone negativo, indagine

(ANSA) – GENOVA, 27 APR – La procura di Genova indaga sulla morte di Luciano Nobile, l’ex meccanico di 41 anni deceduto la settimana scorsa all’ospedale di Lavagna di Covid dopo due tamponi negativi. I carabinieri del Nas, diretti dal maggior Massimo Pierini, hanno acquisito tutta la documentazione clinica sia al nosocomio di Lavagna che in quello di Sestri Levante da dove era stato dimesso. La procura di Genova ha aperto un fascicolo per capire se vi siano responsabilità di qualcuno, dopo l’esposto presentato dalla moglie. Dopo il terzo tampone, Nobile era risultato positivo e nel frattempo anche altri otto pazienti e quattro operatori sanitari dell’ospedale di Lavagna erano stati contagiati, l’intero reparto no covid di Medicina sgomberato e sanificato. Intanto prosegue l’inchiesta generale per epidemia colposa, a carico di ignoti, sulle morti nelle Rsa genovesi. I militari stanno continuando a raccogliere i dati sui decessi da febbraio ad aprile, ricomprendendo anche quelli prima della diffusione della pandemia.
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte