Moto: piloti MotoGp e classi minori in pista ad Andorra

 Da Fabio Quartararo a Alex Rins passando per Joan Mir e Tito Rabat. Dovremo attendere ancora un po’ prima di rivedere i protagonisti delle tre classi del campionato MotoGP sfidarsi sui circuiti più famosi del mondo ma, intanto, arrivano i primi segnali positivi. A partire da mercoledì 13 maggio, il Circuito del Principato Pas de la Casa è tornato ad accogliere i piloti, dopo che il Governo del Principato di Andorra ha ufficializzato il passaggio alla Fase 2, passaggio che segue i due mesi di restrizioni imposte per fronteggiare la pandemia del coronavirus.
    La riapertura del Circuito del Principato Pas de la Casa sta permettendo a tutti i piloti professionisti residenti ad Andorra di allenarsi di nuovo in pista. È stata determinante la collaborazione tra il Governo di Andorra, i ministeri dello Sport, dell’Economia e della Salute, senza dimenticare contributo della squadra Reale Avintia Racing e all’Automovil Club de Andorra che, insieme alla Federazione Motociclistica di Andorra e al Crèdit Andorrà, hanno creduto fin dall’inizio in questo progetto.
    L’ottima gestione della crisi sanitaria da parte del governo andorrano ha fatto sì che i 22 piloti (tra cui nove della MotoGP oltre ad altri di Moto2, Moto3, MotoE e WorldSBK) che risiedono ad Andorra possano girare e allenarsi. 
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte