Museo musica Bologna diventa accessibile a disabili visivi

(ANSA) – BOLOGNA, 21 DIC – ll Museo internazionale e
biblioteca della musica di Bologna diventa accessibile per
persone con disabilità visiva grazie a nuovi percorsi – testi in
braille, file audio e mappe tattili – curati da La Girobussola
Onlus e realizzati con il sostegno del Lions Club Bologna San
Petronio. Prosegue in questo modo l’impegno dell’Istituzione
Bologna Musei per ampliare i livelli di accessibilità e
inclusività delle proprie collezioni.
    Con l’ausilio di questi supporti sarà possibile esplorare
alcuni dei pezzi più iconici e curiosi presenti nella collezione
degli strumenti musicali, come seguire la linea curva del
serpentone, strumento a fiato composto da un “tubo” forato dalla
forma serpentina, apprezzare l’inusuale tromba marina e le sue
decorazioni poste in primo piano e scoprire l’armonia di flauti
dell’inventore e collezionista Manfredo Settala, un esemplare
unico al mondo composto da cinque flauti dolci. La
rappresentazione a rilievo del corno naturale a ritorte, che
contiene anche un ingrandimento di alcuni suoi elementi, rende
possibile capirne il funzionamento, mentre nel caso della
buccina, pittoresco trombone a forma di drago, si mette in
risalto appunto l’elaborata campana. Tutte le mappe tattili sono
accompagnate da testi in braille che guidano l’esplorazione e
informano sulla storia e le peculiarità dell’oggetto
rappresentato, come nel caso del più noto liuto corredato da un
approfondito excursus storico che rimanda agli strumenti da lui
derivati, come l’arciliuto e la tiorba in forma di Khitàra.
    I testi permettono inoltre di affrontare argomenti
storico-teorici cui la collezione del museo si ricollega: è il
caso della riproduzione della sezione del Teatro Comunale di
Bologna, che viene affiancata da una sua mappa e da una mappa di
un anfiteatro a scaloni, ponendole a confronto e offrendo
informazioni importanti sui luoghi di rappresentazione della
musica. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte