Nas, sequestrate 124.500 mascherine

Continua la vigilanza dei Carabinieri del Nas per tutelare la salute del consumatore nei confronti di prodotti irregolari venduti durante l’emergenza Covid-19. Negli ultimi giorni, circa 124.500 mascherine sono state sequestrate dai militari dei Nuclei di Potenza, Livorno, Treviso, Padova, Firenze, Latina e Milano, nel corso di una serie di ispezioni che hanno riguardato attività commerciali in tutto il territorio nazionale.

Tutt’altro che innocue, le frodi possono anche causare gravi danni alla salute. Il Nas di Milano, ha scoperto infatti una società specializzata nel commercio di prodotti alimentari, che vendeva flaconi di disinfettante provenienti dal Regno Unito, pubblicizzando il prodotto come un gel igienizzante con proprietà simili a un biocida, che però poteva essere anche spruzzato direttamente in bocca, sugli occhi ed altre parti delicate del corpo. Il prodotto, privo dell’autorizzazione all’immissione in commercio da parte del Ministero della Salute, era stato anche messo a disposizione per l’utilizzo da parte degli impiegati della ditta, esponendoli così a gravi rischi per la salute.  Sempre nell’ambito dei controlli relativi al contenimento dell’epidemia, infine, i Nas di Milano e Salerno hanno segnalato i proprietari di tre bar che non rispettavano le misure previste per il contrasto alla diffusione del Covid-19. I titolari degli esercizi commerciali sono stati sanzionati e le loro attività temporaneamente chiuse. 
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte