Nell’orvietano case divise tra due comuni

(ANSA) – ALLERONA (TERNI), 09 DIC – Per una decina di
famiglie che vivono a cavallo tra Allerona e Castel Viscardo le
prossime festività natalizie rischiano di essere un rompicapo
per come comportarsi in base all’ultimo Dpcm anti Covid che
vieta gli spostamenti tra comuni. Alcuni hanno infatti, tra
l’altro, la sala da pranzo in un comune e la camera da letto
nell’altro. “Vorrà dire che compileremo l’autocertificazione per
passare da una stanza all’altra”, racconta una giovane coppia
che vive proprio in una delle case sul confine.
    Ma il problema si estende a decine e decine di famiglie che
si troveranno per Natale e Capodanno separati dalla strada che
taglia in due le località di Allerona scalo e Pianlungo,
frazione, appunto di Castel Viscardo. Località che l’ANSA ha
raggiunto per raccontare la situazione.
    Silvana e Diva Possiedi sono due sorelle che vivono in
altrettante palazzine una di fronte all’altra in via Mazzini.
    Anche loro, nonostante la vicinanza, saranno costrette a
starsene ognuna a casa propria. “Abitiamo, assieme anche a
nostro fratello, a una decina di metri di distanza, ma su comuni
differenti”, raccontano dal centro della carreggiata, che segna
il confine geografico. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte