Omicidio a Medellin: oggi a Cesena il funerale di Luca Andreoli

Omicidio a Medellin. Sono stati celebratiquesta mattinai funerali italiani di Luca Andreoli: il 39enne commerciante d’oro freddato davanti alla moglie nella sua casa colombiana, lo scorso 4 settembre.

La funzione si è svolta in forma privata per espressa volontà dei suoi famigliari più stretti. Ciò non ha impedito però che tantissimi tra coloro che avevano conosciuto il 39enne si affacciassero alla chiesa di San Vittore per rendergli un ultimo saluto prima che le ceneri venissero tumulate nel cimitero di San Vittore: la frazione dove il giovane aveva vissuto prima di spostarsi all’estero per studio e per lavoro.

A Medellin c’era già stato un primo rito funebre per Luca Andreoli. In una chiesa della zona di Rionegro dove la coppia (formata dalla vittima e dalla moglie Johana Joaqui) aveva molti amici. Una cerimonia alla quale i parenti (a partire dal padre Gastone e dalla madre Patrizia) avevano potuto partecipare solamente in via telematica.

La trafila burocratica per riportate in Italia anche soltanto le ceneri dell’uomo è stata intensa ed è stata seguita passo passo da consolato e Farnesina. Fino allo sbarco sul suolo italiano ed alla funzione di questa mattina prima della tumulazione.

Le indagini per cercare di rintracciare gli autori del delitto continuano a battere sull’identikit tracciato dalla moglie (che ha visto in faccia gli assassini) e il telefono di ultima generazione rubato a Luca Andreoli.


Fonte originale: Leggi ora la fonte