Orefici, con mascherine ‘rapine facili’

(ANSA) – NAPOLI, 24 APR – Mascherine e distanziamenti sociali saranno una grande occasione per i malviventi: a lanciare l’allarme, dalle pagine de Il Mattino, è Roberto De Laurentiis, presidente del Consorzio Borgo Orefici di Napoli che annovera anche le “rapine facili” nella lunga lista delle difficoltà che la pandemi da coronavirus ha causato a un settore in cui 3mila aziende danno lavoro a 40mila persone. “Saremo costretti a far abbassare la mascherina al cliente prima di entrare”, annuncia De Laurentiis. Lo scorso 16 aprile, nel Napoletano, si è registrato il primo caso di rapina con questa modalità: è accaduto a Caivano dove un uomo armato di coltello e con sul volto una mascherina chirurgica al posto del passamontagna ha rapinato 600 euro in una farmacia. Il bandito, un 43enne già noto alle forze dell’ordine, è stato riconosciuto dai militari grazie alle immagini dei sistemi di videosorveglianza. Poco dopo è stato rintracciato e arrestato con addosso ancora una parte del bottino. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte