Perché Intel ha comprato Moovit, l’app dei pendolari

Il futuro è tornato. Se per futuro intendiamo quei discorsi su tecnologie avveniristiche, auto che si guidano da sole, investimenti miliardari, storie di startup di successo. Tutte cose che la pandemia aveva accantonato. Intel ha appena comprato Moovit per 900 milioni di dollari. L’investimento non è affatto un record, ma è il senso che va capito. Intel produce microchip ed è una della aziende simbolo della Silicon Valley, anzi è stata fondata nel 1965, quando quella parte della California non era stata ancora ribattezzata la valle del silicio.

Moovit è una startup israeliana che opera nel campo della mobilità; come Waze, comprata da Google qualche anno fa, che indica in tempo reale la strada migliore per il traffico automobilistico; e come MobilEye, leader globale per le auto che si guidano da sole (fornisce il suo software a 25 case automobilistiche che lo utilizzano in oltre 300 modelli); MobilEye fu comprata sempre da Intel, nel 2017, per oltre 15 miliardi di dollari. Tecnicamente è Mobileye ad aver acquisito Moovit. E questo fa intendere che Intel scommette forte sul fatto che la mobilità stia per cambiare radicalmente e che per farlo saranno necessari tanti dati in tempo reale. Quelli che fornisce Moovit tramite la sua community di utilizzatori: 800 milioni di utenti che aggiornano il funzionamento dei trasporti pubblici in oltre tremila città di 102 Paesi.

stazione futuro riccardo luna

Fonte originale: Leggi ora la fonte