Polonia: quinto giorno di proteste contro divieto di aborto

(ANSA) – VARSAVIA, 26 OTT – Migliaia di persone hanno preso
parte oggi, per il quinto giorno consecutivo, alle ennesime
manifestazioni in circa 100 localita’ in Polonia per protestare
dopo la decisione della Corte costituzionale che vieta l’aborto
anche in casi di grave malformazione e malattia irreversibile
del feto.
    In segno della protesta stasera la folla ha bloccato le
strade in diverse citta’ del paese: a Varsavia il traffico è
stato fermato in diversi incroci del centro. “Siamo in guerra
per i diritti delle donne” è uno degli slogan gridati dai
manifestanti.
    Le macchine con il segno del fulmine che simboleggia la
protesta sono apparse anche a Lodz, dove sono state accolte con
il clacson da altre vetture. A Poznan e’ stata bloccata una
delle rotatorie principali della città. Secondo Marta Lempart,
dell’organizzazione femminile “Lo sciopero delle donne” che ha
iniziato la rivolta in corso, lo scopo di tanti giovani scesi
per la prima vota in piazza e’ quello di mandare via l’attuale
governo del vicepremier Jaroslaw Kaczynski (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte