Provincia di Forlì-Cesena. Carnevale e non solo, ecco gli appuntamenti del weekend

Feste, spettacoli, mostre e tanti appuntamenti per grandi e piccini sono in cartellone per tutto il fine settimana.

MANIFESTAZIONI – Cesena si prepara a vivere intensamente le ore centrali del Carnevale con tante manifestazioni per tutta la famiglia. Sabato alle 15.30 all’Auditorium di Palazzo Nadiani si tiene “Musica insieme”, e alle 16.30 in Biblioteca Malatestiana è previsto “Il Carnevale degli animali di Camille Saint-Saëns”. Domenicainfine, alle 16.30 alla Biblioteca Ragazzi si festeggia il carnevale al Cineclub di Schermi e Lavagne con “Animalium”. A seguire, un laboratorio a cura di Viola Zangheri. Al centro commerciale “Montefiore” è già in corso una serratissima quattro giorni di scherzi, dolci e balli all’insegna dello spirito carnevalesco. Passando alla costa, Cesenatico fa le cose per bene con “Maschera libera tutti“, kermesse tra domenica e martedì per le vie principali della cittadina sul porto canale. In collina, Montiano si appresta a rivivere il proprio piccolo ma sentitissimo carnevale, con le mamme in prima linea a guidare la macchina dell’organizzazione dell’evento. Una nota a parte per la Tombola narrata di Gatteo, che si terrà alla Biblioteca Ceccarelli venerdì. Al Magazzino Parallelo, sabato sera, Carnival Party con live Moro & The Silent Revolution.

CONCERTI – A metà strada tra una festa in maschera e un evento concertistico, è invece l’ultimo atto di “Suoni e colori” all’aula magna della Biblioteca Malatestiana, tra cori e travestimenti. Passando su altro fronte, a Villa Torlonia si tiene sabato il concerto-aperitivo benefico a supporto di Fondazione AVSI. Il teatro comunale di Cesenatico, invece, si trasforma in sala da ascolto per tutto il weekend: sabato è in programma una performance di Daniele Scannapieco Quartet, mentre domenica alle 17 salirà sul palco il prodigio Francesco Stefanelli, 19enne definito il “Mozart” del violoncello. A Gambettola, sempre seato sera, arriveranno all’ex macello gli scozzesi Smitten.

INCONTRI – Scienza, filosofia e novità interessanti negli eventi culturali più aperti al dialogo e all’approfondimento. Sabato in Aula Magna si affronta la figura di Galileo Galilei, mentre continua il “Festival della Salute digitale“, che vede, tra i vari meeting, anche l’inaugurazione di un nuovo spazio di ascolto nell’area del Foro Annonario. Venerdì pomeriggio solito appuntamento per bambini in Malatestiana con l’Angolino dei racconti.

TEATRI – Appuntamento di cartello al Teatro Bonci, dove da giovedì a domenica si tengono le repliche di “La classe operaia va in Paradiso”, pièce che rimette in scena in carne e ossa il famoso film di Elio Petri premiato al Festival di Cannes 1972.

MOSTRE –  Alcune novità e diverse conferme tra le retrospettive in svolgimento. e una chiusura nell’ambito delle mostre per il weekend in arrivo. A palazzo Ghini inaugura sabato “Il sogno infranto“, un percorso che affronta sogni e illusioni dell’Unione sovietica cento anni dopo la Rivoluzione. Proseguono fino ad aprile, invece, le due mostre dedicate all’opera di Gino Barbieri in Pinacoteca e alla Cassa dei Risparmi.  Resta al suo posto anche“C’era una volta” con moda e profumi di un tempo che fu in esposizione alla Galleria Da Vinci di Cesenatico. A Cesena, invece, continua la retrospettiva dedicata a Walter Faraoni un anno dopo la scomparsa. A Borghi, invece prosegue “Archeologia a fuoco” così come, sempre nei locali della Malatestiana “Per Grazia Ricevuta – Ex Voto fra arte antica & contemporanea”.

CINEMA –  Continua la sfida Italia-Usa nelle sale cinematografiche. Da una parte spicca “Made in Italy” con Stefano Accorsi e Kasia Smutniak, diretti da Luciano Ligabue, insieme alla parodia sul Mussolini contemporaneo di “Sono tornato”. All’altro angolo, i giganti Tom Hanks e Meryl Streep in “The post”, raggiunti questo weekend anche da “Attacco al treno” di Clint Eastwood. La lotta si ripete anche tra i film candidati all’Oscar, con  “L’ora più buia” e “Tre manifesti” insidiati dal nostrano Luca Guadagnino e il suo “Chiamami col tuo nome”.  Per i teenager si chiude la trilogia di Maze Runner con “La rivelazione” .

 

 

Carmela Vigliaroli

cvigliaroli@giornaledelrubicone.com