Quando in auto si arrabbia Russell Crowe

Un appesantito Russell Crowe, mille miglia lontano dal Massimo Decimo Meridio de Il gladiatore di venti anni fa, è il protagonista piuttosto fuori di testa de IL GIORNO SBAGLIATO di Derrick Borte (American Dreamer), thriller adrenalinico passato ieri sera al Bif&st e in sala dal 24 settembre con 01. UNHINGED (disturbato, squilibrato), questo il titolo originale, è una sorta di ‘road rage’ – che ricorda per ossessione automobilistica DUEL di Steven Spielberg, ma anche UN GIORNO DI ORDINARIA FOLLIA di Joel Schumacher – con protagonista una donna colpevole solo di aver suonato il clacson, mentre era ferma ad un semaforo, nel momento sbagliato verso l’uomo altrettanto sbagliato. Scritto da Carl Ellsworth, noto per i film Disturbia e Red Eye, il film negli Usa ha ottenuto il divieto R-rated per via del forte linguaggio e dei contenuti violenti. Al box office Usa, dopo mesi di chiusura delle sale a causa del coronavirus. Il thriller dei Solstice Studios ha debuttato nel fine settimana in 1.823 cinema di stati come Florida, Texas e Georgia incassando oltre quattro milioni di dollari. In tempi normali un box office di queste dimensioni non sarebbe stato motivo di salti di gioia, ma alla luce del lockdown il risultato di Crowe e’ apparso incoraggiante. Questa la storia. Rachel (Caren Pistorius) è in ritardo al lavoro, quando in auto insieme al figlio adolescente si mette a discutere con uno sconosciuto (Crowe) che trovandosi in una delicata fase della sua vita, ovvero nel giorno più sbagliato possibile reduce da un tragico divorzio, attribuisce a questa lite stradale un significato esagerato, totale. Il premio Oscar Russell Crowe ha detto in una intervista che il suo personaggio “pur non avendo alcuna giustificazione razionale per il suo comportamento, è come vittima di una implosione dentro di lui che riporta a galla tutto il suo malessere pregresso”. Di fatto, la povera Rachel diventerà, insieme a tutti quelli che ama, il bersaglio di quest’uomo che decide, con tutta la violenza possibile, di rivalersi su questa donna anche proprio in quanto donna. Tornando al personaggio interpretato da Crowe, non sembra mostri troppo spessore psicologico o complessità emotiva. Sappiamo solo che non sopporta nessuno che cerchi di avere la meglio su di lui, che odia sicuramente le donne e gli avvocati divorzisti che le aiutano a ottenere ciò che vogliono dai loro ex mariti. Frase cult del film, quella che dice lo stesso Russell Crowe con squisita ferocia: “Tu pensi di sapere cosa significa passare una cattiva giornata? Ma non lo sai davvero e lo scoprirai presto”.


Fonte originale: Leggi ora la fonte