Quella non è una meteora: razzo russo lascia il segno nel cielo

28 aprile 2020

Un bolide ha illuminato il cielo della Galizia, sopra La Coruna, la mattina del 28 aprile. Si trattava non di una meteora, ma del secondo stadio del razzo russo Soyuz, decollato il 25 aprile dal cosmodromo di Baikonur, in Kazakistan per portare in orbita i rifornimenti alla Stazione spaziale internazionale. Tra i primi ad avvistarla Israel Borja Nuñel Timiraos, che è riuscito a riprendere la parabola discendente e la cascata di detriti. Postato su Twitter, il video è stato visto in poche ore da centinaia di migliaia di persone.

 

A cura di Matteo Marini

video Twitter/Canaan_1983



Fonte originale: Leggi ora la fonte