Rimini. Controlli dei Carabinieri, 4 arresti nelle ultime 24 ore

Prosegue a tutto tondo l’attività posta in essere dai Carabinieri della Compagnia di Rimini, al comando del Capitano Sabato Landi, che, come disposto dal Comandante Provinciale dei Carabinieri di Rimini, Ten. Col. Giuseppe Sportelli, in concomitanza con l’avvio della stagione estiva, hanno intensificato la presenza sul territorio ponendo in essere servizi preventivi e repressivi mirati al contrasto delle varie forme di reato.

In particolare, nel corso della mattinata di ieri martedì 05 giugno, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Rimini hanno tratto in arresto M. A., cittadino albanese classe 1988, già noto alle forze dell’ordine per i suoi precedenti di polizia, per il reato di resistenza e violenza a Pubblico Ufficiale. L’uomo, controllato in questo Viale Regina Margherita, allo scopo di eludere il controllo di polizia, ha aggredito uno dei due militari operanti, fuggendo repentinamente. Sul posto interveniva altro personale del Norm che, dopo un breve inseguimento a piedi, riusciva a bloccare l’uomo. Lo stesso, condotto in caserma, è stato dichiarato in arresto e trattenuto presso le camere di sicurezza della Stazione CC di Rimini Principale in attesa della celebrazione del rito direttissimo. Nel corso della mattinata odierna, a seguito di udienza di convalida svoltasi presso il Tribunale di Rimini, l’arresto è stato convalidato e all’uomo è stata applicata la misura cautelare della custodia in carcere in attesa del processo.

Nel corso del pomeriggio, invece, i Carabinieri della Stazione di Rimini Principale hanno tratto in arresto S. O. M., classe 1996, già noto alle forze dell’ordine per i suoi precedenti di polizia. L’uomo, sottoposto alla misura alternativa degli arresti domiciliari in una comunità terapeutica del posto, ha più volte violato le prescrizioni impostegli. Tali violazioni, accertante dai militari nel corso del quotidiano servizio d’istituto e prontamente rapportate all’Autorità Giudiziaria, hanno portato all’emissione di un’ordinanza di aggravamento di misura cautelare. Espletate le formalità di rito, il giovane è stato tratto in arresto ed associato presso la casa circondariale di Rimini.

Nel corso della tarda serata, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia hanno tratto in arresto in flagranza, per il reato di furto aggravato, S. N., cittadino bosniaco classe 1966, e Z. D., 36/enne originario della provincia di Napoli, entrambi già noti alle forze dell’ordine per i loro precedenti di polizia. I due uomini, dopo essere entrati in un supermercato all’interno del noto centro commerciale sito a Rimini Sud, hanno iniziato ad aggirarsi con fare sospetto tra gli scaffali, attirando l’attenzione degli addetti alla sicurezza. Questi, pertanto, decidevano di seguirli a distanza e notavano che gli stessi, giunti in una corsia vuota, coprendosi vicendevolmente, occultavano in uno zaino alcuni prodotti prelevandoli dal carrello dove poco prima li avevano riposti. Giunti alla cassa, i due posizionavano sul nastro trasportatore e pagavano regolarmente alcuni generi alimentari, venendo subito dopo bloccati subito dopo dal personale addetto alla sicurezza, che nel frattempo avevano contatto il numero di emergenza 112 richiedendo l’intervento di un equipaggio sul posto, che recuperava venti confezioni di creme solari. La merce, dal valore complessivo di circa 180 euro, veniva restituita all’avente diritto mentre gli arrestati espletate le formalità di rito, sono stati dichiarati in arresto e trattenuti presso le camere di sicurezza della Stazione di Rimini Porto in attesa della celebrazione del rito direttissimo. Nel corso della mattinata odierna, a seguito di udienza di convalida svoltasi presso il Tribunale di Rimini, gli arresti sono stati convalidati ed ai due uomini è stata applicata, in attesa del rito abbreviato, la misura cautelare dell’obbligo di dimora rispettivamente nei Comuni di Rimini e Santarcangelo di Romagna (RN).

L’attenzione del Comando Compagnia Carabinieri di Rimini rimane alta e costante sull’intera giurisdizione di competenza al fine di fornire una risposta concreta ed incisiva alle legittime pretese di legalità avanzate dai cittadini. Pertanto continueranno con assiduità i servizi di prevenzione e contrasto svolti dall’Arma dei Carabinieri, affiancando alla capillare perlustrazione del territorio una continua e attività info-investigativa, contattando la cittadinanza al fine di acquisire quante più notizie utili per prevenire il ripetersi dei reati ed assicurare alla giustizia gli autori di quelli già perpetrati.

 

 

Compagnia dei Carabinieri di Rimini