Rimini. Spaccio di stupefacenti, arrestato un cittadino senegalese

Come disposto dal Comandante Provinciale Carabinieri di Rimini, Ten. Col. Giuseppe Sportelli, proseguono con incisività i servizi di prossimità posti in essere dai Carabinieri della Compagnia di Rimini, al comando del Capitano Sabato Landi, finalizzati alla prevenzione dei reati, con particolare riguardo ai reati contro il patrimonio ed al fenomeno dell’uso di sostanze stupefacenti, problematica abbastanza diffusa sul territorio e per la quale permane sempre molto alta l’attenzione dei Carabinieri. In particolare, negli ultimi giorni i militari hanno alzato l’attenzione in località Marebello, interessata da diverse segnalazioni di spaccio da parte dei residenti, impiegando in sinergia personale in uniforme ed in abiti civili.

Nel corso della tarda serata di ieri lunedì 21 maggio i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Rimini hanno tratto in arresto, in flagranza del reato di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, S. C. 34/ enne senegalese, da anni stabilmente domiciliato in Italia, già noto alle forze dell’ordine per i suoi precedenti di polizia.

In particolare i militari, impiegati nell’ambito del quotidiano servizio di controllo del territorio, transitando in via Portofino, notavano l’uomo che, dopo essere stato avvicinato da un giovane ed aver confabulato con lui per qualche attimo, con fare furtivo gli passava qualcosa ricevendo in cambio una banconota. Insospettiti, i militari intervenivano prontamente bloccando i due e rinvenendo una dose da circa 1 grammo di marijuana ceduta poco prima all’acquirente 18 enne, segnalato alla Prefettura quale assuntore di sostanze stupefacenti. La successiva perquisizione personale consentiva di rinvenire un’altra dose di sostanza da circa 8 grammi e la somma di euro 15 ritenuta provento della pregressa attività di spaccio. Il tutto è stato sottoposto a sequestro in attesa di esperire le analisi di laboratorio del caso.

L’uomo, espletate le formalità di rito, è stato dichiarato in arresto e trattenuto presso le camere di sicurezza della Stazione di Rimini Principale in attesa della celebrazione del rito direttissimo. Nel corso della mattinata odierna, a seguito di udienza di convalida svoltasi presso il Tribunale di Rimini, l’arresto è stato convalidato e l’uomo è stato condannato a mesi 8 di reclusione e 1600 euro di multa con pena sospesa.

I Carabinieri continueranno a prestare la massima attenzione allo specifico settore organizzando periodicamente analoghi servizi preventivi e repressivi al fine di incrementare la percezione di sicurezza tra la cittadinanza e porre in essere una concreta azione di contrasto ai vari fenomeni delittuosi.

 

 

Compagnia dei Carabinieri di Rimini