Rimini. “Tutti insieme per il mare pulito!”, seconda edizione

Sabato 9 Giugno il progetto europeo Clean Sea Life (co-finanziato dalla Commissione Europea attraverso il programma LIFE) riunirà per il secondo anno al Porto di Rimini tutti coloro che, per lavoro o per passione vivono e amano il Mare in una giornata di sensibilizzazione per la riduzione dei rifiuti marini. Nell’occasione l’iniziativa di Clean Sea Life si incontrerà con la Campagna nazionale del WWF #GenerAzioneMare, il cui Tour Spiagge Plastic free è partito il 02 giugno dalla Sicilia e vedrà nei prossimi giorni eventi in varie parti d’Italia, compresa la partecipazione alla iniziativa di sabato 9 a Rimini. Nel corso della giornata subacquei, pescatori, diportisti, bagnini, bagnanti, ragazzi e cittadini saranno tutti uniti nella preservazione del mare attraverso gesti concreti, volti a sensibilizzare i cittadini a comportamenti rispettosi del mare.

Anche gli angoli più remoti del Mediterraneo sono invasi da materiali buttati o persi in mare; senza pensare a quanti rifiuti sono presenti in alcune aree degli Oceani. I rifiuti sono una delle principali minacce agli ecosistemi marini e rappresentano un rischio crescente per la biodiversità, l’ambiente, l’economia e la salute. I responsabili siamo tutti noi: origine rilevante di marine litter i corsi dei fiumi, attraverso i quali i rifiuti dall’entroterra giungono in mare, altri hanno origine da abbandoni illeciti, attività di pesca professionale e attività ricreative. La situazione è talmente allarmante da aver spinto anche il Parlamento Europeo a legiferare prendendo decisioni definitive contro la plastica usa e getta, proibendo cotton fioc in plastica e le microplastiche presenti in scrub, dentifrici e altri prodotti per l’igiene personale. Degli ultimi giorni infine la notizia della messa al bando, dal 2019, di moltissimi prodotti di plastica usa e getta (posate, bicchieri, cannucce ecc).

Questa giornata di sensibilizzazione, organizzata per il secondo anno dalla Consulta per il Mare Pulito di Rimini è il risultato di un’ottima cooperazione fra più di 20 organizzazioni dell’area riminese, associazioni ambientaliste, cooperative e associazioni di categoria, club e associazioni sportive, con il Patrocinio del Comune di Rimini, da tempo impegnato per la difesa del mare e la salvaguardia della balneazione.

Il programma di sabato 9 giugnovedrà impegnate dalle 9:30 le associazioni con il supporto di tutti i volontari che vorranno intervenire in diverse azioni di pulizia e sensibilizzazione sui rifiuti in mare: la Sub Gian Neri pulirà il fondale del Porto dalle ore 9,30; Il pomeriggio invece incomincerà con l’emozionante rilascio in mare di “Fortuna”, tartaruga marina di grosse dimensioni curata al Centro di Recupero Cura e Riabilitazione delle Tartarughe Marine di Riccione, dalla spiaggia libera del porto di Rimini (in collaborazione con progetto europeo Tartalife, finanziato dalla Commissione Europea attraverso il fondo LIFE+NATURA 2012, e il CEAS Polo Adriatico). A seguire, dalle ore 15:30, WWF, ANPANA, Legambiente e Fondazione Cetacea insieme a tutti quelli che vorranno partecipare si occuperanno della pulizia degli scogli del molo di levante e della spiaggia libera (armarsi di retini per i piccoli, e inquinantissimi, mozziconi di sigaretta!).

Collateralmente alle attività di pulizia nel corso della mattinata il Club Nautico Rimini e il Circolo Nautico Viserba, il Circolo Velico, Marinando, Lega Navale e ANMI aderiranno al progetto durante la veleggiata di solidarietà per i piccoli pazienti oncologici organizzata dall’associazione AIL, nel corso della quale Fondazione Cetacea con il supporto della Capitaneria di Porto di Rimini e dei Volontari Soccorso in Mare della Protezione Civile libereranno al largo una piccola tartaruga recuperata nel corso dell’inverno in ipotermia e ora perfettamente ristabilita; nel pomeriggio il Club Nautico di Rimini aderirà al progetto esponendo loghi e bandiere nel corso del 17° Trofeo Dinghy classico.
Dal mattino funzionerà il punto informativo del progetto in piazzale Boscovich dove registrarsi per le attività di pulizia e ricevere informazioni sul progetto Clean Sea Life.

Questa manifestazione sarà preceduta nella giornata del 7 e 8 giugno da un’attività fortemente impattante nella lotta ai rifiuti marini. 10 barche di pesca della Coop Lavoratori del Mare della marineria di Rimini usciranno nella mattinata del 7 per una pesca davvero speciale: quella dei rifiuti marini che verranno riconsegnati a terra la mattina dell’8, catalogati pazientemente per scopi scientifici e statistici, e poi esposti sul molo nella giornata del 9.

La giornata è organizzata con le collaborazione di: Ambiente e Salute Riccione, ANPANA Rimini, Associazione Nazionale Marinai d’Italia, Big Game Italia, Capitaneria di Porto Rimini, Circolo Nautico Viserba, Circolo Velico Rimini, Club Nautico Rimini, Comitato Turistico di Miramare, Comune di Rimini, Consulta degli Operatori del Porto di Rimini, E Scaion, Fondazione Cetacea, Italia Nostra, Legambiente Valmarecchia, Lega Navale, Le Spiagge Rimini, Marina di Rimini, MARINANDO, Punto Vela Bellariva di Rimini, Rimini Rescue, Sub Rimini Gian Neri, Unione Italiana Vela Solidale, Vele al Terzo, Volontari Soccorso in Mare, WWF Rimini.

 

 

Fondazione Cetacea onlus