Ristoranti “aprono” per una sera: “Senza aiuti costretti a chiudere”

29 aprile 2020

Si sono dati appuntamento alle 21 i ristoratori di tutta Italia. “Alziamo la nostra saracinesca, perché senza aiuti dal Governo potrebbe essere l’ultima volta”, dicono alcuni esercenti della Capitale. Un tavolino apparecchiato fuori in segno di protesta e una voce quasi unanime: “Se le condizioni restano queste il 1 giugno non potremmo riaprire”. Perché? “Perché i costi fissi rimarranno gli stessi, ma incasseremo se siamo fortunati il 30% del fatturato pre coronavirus. Così non stiamo in piedi”.

video di Camilla Romana Bruno



Fonte originale: Leggi ora la fonte