Roma, riaprono le spiagge: sì al nuoto ma niente tintarella

Le spiagge sono di nuovo libere ma manca un piano per gestirle e già da oggi si rischia di lasciare tutto alla libera interpretazione e al caos. A partire dal bagno in mare: sarebbe vietato ma si possono fare sport acquatici e nuoto perché è prevista, secondo la nuova ordinanza del Comune, “l’uscita in mare per le attività acquatiche” come surf, canoa, nuoto. Non solo. Si potrà passeggiare sulla sabbia ma non sostare a lungo o piazzare gli ombrelloni: però è consentito pescare. E nonostante non si possa “prendere il sole o effettuare attività ludiche”, è consentito fare sport e attività motoria.
Cronaca

Fonte originale: Leggi ora la fonte