Romagna. L’Istituto Oncologico Romagnolo alla ricerca di volontari

“Cerchiamo tempo da donare a chi non ne ha”. È con questo messaggio che è partita la campagna di reclutamento volontari dell’Istituto Oncologico Romagnolo. L’obiettivo è trovare uomini e donne che possano aggiungersi alla già numerosa squadra dello IOR. “Una grande famiglia di più di 500 volontari attivi e costanti, cui si aggiungono più di 1.000 simpatizzanti che offrono il proprio tempo in maniera maggiormente saltuaria – spiega il direttore generale Fabrizio Miserocchi – sono grandi numeri che spiegano bene il legame indissolubile tra la nostra organizzazione e il territorio in cui si trova ad operare. Tuttavia le esigenze aumentano: e d’altronde, dopo quasi 40 anni, anche noi stiamo diventando ‘anziani’ e abbiamo bisogno di una mano”.
 
Per questo motivo, per le prime due settimane del mese di aprile, la Romagna intera sarà tappezzata di manifesti: una vera e propria ‘chiamata alle armi’ della solidarietà, da Cattolica a Imola. La finalità, dichiarata anche nel corso della recente conferenza stampa di presentazione dell’iniziativa “Benessere è Equilibrio” in collaborazione con Conad, è quella di estendere il servizio gratuito di assistenza domiciliare dei pazienti oncologici su tutta la Romagna. Una campagna che non si esaurirà nei primi quindici giorni di aprile ma che verrà riproposta, con una diversa grafica, anche per le prime due settimane di maggio. 
Chiunque fosse interessato ad entrare nella squadra IOR può scrivere all’indirizzo volontari@ior-romagna.it; chiamare la sede centrale al numero 0543/35929; o contattarne direttamente l’indirizzo Facebook ufficiale (Istituto Oncologico Romagnolo Onlus IOR).