Salone Libro dal vivo con Portici di carta e Vita Nova

(ANSA) – TORINO, 30 SET – Portici di carta e Vita Nova, una grande festa del libro dal 5 all’8 dicembre diffusa in tutta la città. Il Salone Internazionale del Libro non si ferma e torna dal vivo, a Torino, con due importanti rassegne culturali “per rinnovare il patto con la sua comunità e accompagnarla verso la XXXIII edizione”, che si terrà dal 13 al 17 maggio 2021 con il tema Vita Supernuova. “Nei momenti difficili credere insieme in una vita nuova più che un’ipotesi è un dovere morale” afferma Nicola Lagioia, direttore editoriale del Salone.
    Prima tappa del “percorso di avvicinamento alla prossima primavera” che il Salone vuole intraprendere con i lettori, gli editori, i librai e gli autori, è Portici di Carta, manifestazione di promozione del libro e della lettura. Torna sabato 17 e domenica 18 ottobre ed è dedicata a Luis Sepúlveda.
    La libreria più lunga del mondo è un progetto della Città di Torino con le Biblioteche civiche e il Centro Interculturale, realizzato da Associazione Torino, La Città del Libro e Fondazione Circolo dei lettori, con il sostegno di Regione Piemonte e la partecipazione dei librai torinesi coordinati da Rocco Pinto. I portici ospiteranno 65 librerie e 65 editori piemontesi, divisi in 17 tratti tematici. A questi si aggiunge Libro Ritrovato, la mostra-mercato dedicata ai libri antichi e fuori catalogo, con 58 espositori. Novità di quest’anno, per ragioni di sicurezza, sarà la prenotazione obbligatoria degli eventi che si terranno tra piazza San Carlo, l’Oratorio di San Filippo Neri e, per la prima volta, nel Cortile di Palazzo Turinetti – Intesa Sanpaolo.
    L’altra tappa è Vita Nova. organizzata con gli editori con un format inedito. Per quattro giorni alcuni dei luoghi più significativi di Torino ospiteranno grandi personaggi del mondo della cultura. La kermesse toccherà l’Università di Torino, il Museo Risorgimento, il Polo del ‘900, il Collegio Carlo Alberto, il Circolo dei lettori, il Grattacielo Intesa Sanpaolo, la Nuvola Lavazza e gli spazi di Reale Mutua e Smat. Tra i primi ospiti Alessandro Barbero con una lezione su Dante Alighieri, Emma Dante, Damiano e Fabio D’Innocenzo, Letizia Battaglia, Serena Vitale.
    “Nell’anno in cui tutti i grandi eventi si sono dovuti fermare a causa della pandemia, il Salone non ha voluto darsi per vinto e ha continuato a produrre eventi in formato digitale e fisico”, osserva Silvio Viale, presidente dell’Associazione Torino, la Città del Libro. “Un anno particolare sotto tutti i punti di vista: non un Salone soltanto, ma ben due, tre, quattro Saloni, seppure straordinari e on line. Adesso per la prima volta un inedito connubio con Portici di Carta”, aggiunge Giulio Biino, presidente del Circolo dei lettori. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte