San Mauro Pascoli. Nuovi nati del 2018, premiati dal sindaco con la Miniscarpa d’oro

Aiza, Liam e Arianna, rispettivamente la prima bimba nata nel 2018, il primo nato maschio e la bimba nata in casa a San Mauro Pascoli. A loro è stata donata una Miniscarpa d’oro simbolo della tradizione manufatturiera sammaurese. I nuovi arrivati, con le loro famiglie, sono stati premiati ieri mattina dal sindaco Luciana Garbuglia nella Biblioteca comunale.

È Aiza Iqbal, figlia di Waleed Iqbal e Rehman Sanala prima bimba sammaurese nata quest’anno, precisamente il 3 gennaio 2018; Liam Forti è invece il primo bimbo nato nel 2018, precisamente il 13 gennaio, e figlio di Stefano Forti e Emperatriz Salome’ San Martin.

Mentre è una femmina, Arianna Fabbri, la bimba sammaurese doc, nata cioè in casa a San Mauro Pascoli il 2 febbraio 2018, figlia terzogenita di Gaia Gridelli e Stefano Fabbri. Anche le due sorelle di Arianna sono nate in casa a San Mauro Pascoli.

Le Miniscarpe d’oro sono tre splendide miniature di calzatura che rendono omaggio alla peculiarità di San Mauro paese dei calzolai, realizzate dal ciabattino Mimmo Boetti, purtroppo venuto a mancare lo scorso anno, e che per oltre dieci anni ha continuato a donare al Comune le sue preziose creazioni.

“Festeggiamo Aiza, Liam e Arianna e con loro tutti i nuovi arrivati a San Mauro Pascoli – ha commentato il sindaco Luciana Garbuglia, che ha colto l’occasione anche per snocciolare un po’ di dati sull’andamento demografico di San Mauro – con loro possiamo avere fiducia in un futuro possibile per la nostra comunità. Il rapporto tra nati e morti quest’anno per la prima volta segna un saldo negativo, registrando nel 2017 più morti che nati. Nel 2017 infatti i nuovi nati sono stati 95 (49 femmine e 46 maschi), mentre i morti sono stati 101. Una lieve flessione dopo anni in cui si è sempre registrato un tasso di natalità superiore alle 100 unità, facendo balzare San Mauro Pascoli ai primi posti nella classifica dei comuni con tasso di natalità più alto, e quindi con una comunità giovane. La nostra comunità inoltre continua a crescere, non si ferma, – ha concluso il sindaco – il totale dei residenti è infatti di 11929 unità(6086 femmine e 5843 maschi), contro i 11776 abitanti del 2016“.