Savignano. Al cittadino che ha ricevuto le dimissioni della moglie quando lei era morta da oltre un anno l’Ausl risponderà in privato

Il savignanese che ha reso pubblica la comunicazione di Ausl con le dimissioni ospedaliere della moglie, arrivate a distanza di un anno e mezzo dalla sua morte, ha scatenato un putiferio e la stessa Ausl ha detto di voler rispondere in privato e direttamente al cittadino. Quest’ultimo aveva anche denunciato di aver bisogno di mettersi in contatto con il proprio medico di base e di aver chiamato per una settimana intera restando ad attendere anche per 80 minuti ma sempre senza successo. Il che ha suscitato  la reazione del primo cittadino che ha ribadito l’estraneità in questa vicenda dell’amministrazione e l’esistenza di un accordo tra medici di base e ausl di assumere una persona al centralino.