Savignano sul Rubicone. A lezione di primo intervento con i volontari di protezione civile

Pronto intervento, stato di calamità e persino allestimento di un accampamento di emergenza: si svilupperà per due anni scolastici il nuovo progetto di sensibilizzazione degli studenti savignanesi a cui il gruppo comunale Volontari di Protezione civile dà il via sabato 17 febbraio alla scuola media Giulio Cesare. Ai ragazzi delle seconde classi i volontari savignanesi, in collaborazione con l’Istituto comprensivo, proporranno un articolato progetto sui sei temi fondamentali (tre per ogni anno), con lezioni teoriche e pratiche di sabato mattina, organizzate grazie alla collaborazione delle realtà locali che si occupano di pronto intervento: Croce Rossa e 118, Carabinieri, Polizia municipale, Vigili del fuoco, Guardia di finanza, Gruppo Protezione civile Cesena, Associazione Sub “Zocca” di Cesena, Avis.

“L’obiettivo – raccontano i volontari – è creare consapevolezza nei ragazzi sulla salvaguardia del territorio, la prevenzione del rischio, la solidarietà e la gestione di situazioni di crisi “. Si parte il primo anno con le tematiche relative alla “Persona”, al “Fuoco” e all'”Acqua”, per poi proseguire l’anno successivo con “Terra”, “Conoscenza e controllo del territorio” e “Aria”. Per ogni tema ci saranno lezioni teoriche in classe e esercitazioni pratiche, che culmineranno in un’esperienza di “accampamento addestrativo” con montaggio delle tende, allestimento della cucina da campo e gestione della segreteria di emergenza. Si spazia quindi dalle prove sul manichino con simulazione Bls ai comportamenti da tenere in caso ci si trovi a soccorrere le vittime di un incidente fino a una simulazione in riva al Rubicone con impiego di sommozzatori e motopompe. Alcuni volontari porteranno infine la loro testimonianza di servizio al campo di emergenza dopo un evento sismico.

Carmela Vigliaroli

cvigliaroli@giornaledelrubicone.com