SAVIGNANO SUL RUBICONE. DENUNCIATI DUE MAROCCHINI

I militari della Stazione di Savignano sul Rubicone, al termine di accertamenti, hanno denunciato in stato di libertà due persone.

Nel primo caso hanno proceduto per furto aggravato nei confronti di un minorenne, quindicenne, nato in Marocco, residente a Savignano, celibe, studente, con precedenti, denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Bologna poiché, nel primo pomeriggio del 20 giugno scorso, si era impossessato del casco integrale, legato al vano portaoggetti di un ciclomotore, parcheggiato in quella piazza Montanari, di proprietà di un militare dipendente. La merce asportata è stata recuperata e restituita al legittimo proprietario.

Gli stessi militari hanno denunciato in stato di libertà per furto di energia elettrica aggravato, in quanto commesso su cosa destinata a pubblico servizio, un diciottenne, nato in Marocco e residente nel varesotto, disoccupato, celibe, censurato.

Nella prima serata di venerdì 14, una pattuglia di quel Comando, durante lo svolgimento di servizio perlustrativo in Piazza Giovanni XXIII, aveva sorpreso nella flagranza del reato l’extracomunitario, il quale si era agganciato abusivamente alla linea elettrica di cabina ivi ubicata, risultata destinata all’alimentazione dell’elettropompa e dell’illuminazione pubblica dei giardini pubblici ivi insistenti, ricaricando il proprio telefono cellulare risultato poi privo di sim, il tutto ai danni del Comune di Savignano.

Il giovane, inoltre, era in possesso di una modica quantità di sostanza stupefacente del tipo hashish, destinata ad uso personale, ed è stato così anche segnalato alla Prefettura di Forlì-Cesena per la contestazione della prevista violazione amministrativa.

 

 

Carmela Vigliaroli

c.vigliaroli@alice.it