Savignano sul Rubicone. Inaugurato all’Istituto Merlara il laboratorio per bambini con disturbi dell’apprendimento

L’Istituto Maestre Pie dell’Addolorata di Savignano sul Rubicone ha inaugurato ieri pomeriggio la sala Paul Harris, laboratorio specifico per tutti i bambini che presentano difficoltà nell’acquisizione e utilizzazione della lettura, della scrittura e del calcolo. L’evento è stato presenziato dal sindaco di Savignano Filippo Giovannini, mentre lo spazio sarà diretto da Romina Muratori, psicologa specializzata sui Dsa (disturbi dell’apprendimento).

La realizzazione è stata resa possibile grazie al generoso contributo del Rotary Club Valle del Rubicone che ha destinato 9 mila euro a tale scopo. “Essendo del territorio sappiamo che questo Istituto, storico e molto conosciuto per l’opera che ha fornito nel tempo e che ancora oggi offre alla popolazione e a tutti coloro che arrivano nella nostra comunità, ha delle esigenze da soddisfare a livello sociale e culturale, per questa ragione abbiamo pensato di contribuirvi”. Queste le dichiarazioni di Stefano Dellapasqua, presidente del Rotary Club Valle del Rubicone, il quale ha desiderato specificare che nella somma consegnata all’Istituto è compreso anche il percorso di pet therapy che interesserà sempre i più piccoli.

Il progetto, da molti anni rimasto nei cassetti dell’Istituto, è stato tirato fuori lo scorso Natale quando il Rotary Club ha espresso la volontà di sostenere l’opera delle Maestre Pie dell’Addolorata. Al centro del laboratorio sei nuovi computer muniti di due software di ultimissima generazione che saranno necessari allo studio e alla formazione dei ragazzi più bisognosi.

“I ragazzi – spiega la dottoressa Muratori – lavoreranno singolarmente anche se non mancheranno momenti di gruppo per rivivere le dinamiche scolastiche. Al centro del nostro laboratorio di potenziamento ci sono due punti focali: da un lato il confronto continuo, dall’altro l’indipendenza di ogni singolo studente con disturbi. Come crediamo molto qui al ‘Merlara’ il gruppo è fondamentale perché fa venire fuori le risorse che ognuno di noi ha dentro. Lavoreremo, dunque, per fare emergere i punti di forza di ogni singolo ragazzo”.

 

 

 

Carmela Vigliaroli

cvigliaroli@giornaledelrubicone.com