Sbarchi, in Sicilia pure i 5 Stelle chiedono le dimissioni della Lamorgese

Continuano ad aprirsi delle crepe nella maggioranza, e questa volta un messaggio di cambiamento viene invocato direttamente dal Movimento CinqueStelle in Sicilia, che chiede urgenti ed improrogabili interventi a Giuseppe Conte in merito alla gestione del problema immigrazione nell’isola: la richiesta, che giunge inattesa come un fulmine a ciel sereno, è quella di destituire dal ruolo di ministro dell’Interno Luciana Lamorgese, ritenuta evidentemente dai grillini la principale responsabile dell’emergenza in atto.

“Strutture di accoglienza totalmente insicure e inadeguate, non all’altezza di un Paese civile: Conte valuti se chiedere alla Lamorgese di mettersi da parte”, dicono i deputati pentastellati dinanzi all’assemblea regionale siciliana. A dare maggior vigore alla rimostranza nei confronti del ministro dell’Interno anche quanto accaduto a Siculiana, dove un extracomunitario in fuga dal centro di accoglienza è stato investito da un’autovettura e ucciso, mentre tre poliziotti che si erano lanciati al suo inseguimento sono rimasti feriti.

“Da tempo chiediamo al ministro e alla Regione un cambio di passo nella gestione del fenomeno”, spiegano ancora i deputati grillini. “Al premier Conte, che sta operando benissimo in tantissime direzioni e in un contesto storico difficilissimo, il nostro incondizionato appoggio, ma anche un messaggio: il delicatissimo ruolo al Viminale, specie in un frangente delicato come questo, non può essere affidato ad un tecnico. In parole povere bisogna silurare Luciana Lamorgese, inadatta a ricoprire il ruolo di ministro dell’Interno.

“La misura è colma, non è possibile che fatti come quello di Siculiana accadano o, peggio, si ripetano: il Viminale va affidato a chi ha la forza di prendere decisioni e non lascia tutto in balia degli eventi”. Le accuse sono gravi, ma per contro i rappresentanti dei CinqueStelle all’assemblea regionale siciliana, tendono a prendere immediatamente le distanze dai provvedimenti richiesti dal presidente della Regione. Musumeci non si faccia comunque illusioni. La gestione del fenomeno da parte della Regione non solo è totalmente fallimentare, ma anche ipocrita e populista”, affondano. “Non sono certo le inutili ordinanze scritte in favore di telecamere a risolvere un problema complesso, come quello dei migranti, specie, poi, se le comunicazioni importanti vengono fantozzianamente inoltrate ad indirizzi di posta elettronica fantasma”.

L’ex vicepremier Matteo Salvini ha così voluto commentare la notizia: “Il Movimento 5 Stelle della Sicilia chiede le dimissioni della Lamorgese dopo i disastri accumulati in un anno al Viminale”, esordisce il leader del Carroccio su Twitter. “Una posizione condivisa da amministratori locali di tutti i colori politici, compreso il Pd, stufi dell’incapacità di Conte e dei suoi ministri, pronti a coccolare le ong e a invitarle al ministero dell’Interno ma distratti con la Sicilia e tutti gli italiani. Questo governo mette in pericolo l’Italia”.


Fonte originale: Leggi ora la fonte