Scuola, genitori in piazza per riprendere a settembre: “La didattica a distanza non basta”

Lo slogan in tutte le diciotto piazze, da Torino a Trapani, sarà lo stesso: una citazione di Antonio Gramsci: “Istruitevi, perché avremo bisogno di tutta la nostra intelligenza”. Gli striscioni sono pronti. Così i genitori si mobilitano oggi alle ore 15.30 per chiedere la riapertura della scuola a settembre. In presenza e in sicurezza.Niente cortei: proteste ‘a distanza’E’ una delle prime mobilitazioni con le restrizioni imposte dall’emergenza sanitaria: piazze contingentate nei numeri, niente cortei, obbligo di mascherine e di mantenere le distanze. Ma la protesta si farà sentire forte uguale, promossa dal Comitato “Priorità alla Scuola nato” su spinta di un gruppo di genitori di Firenze, poi allargato ad altre città: il 18 aprile scorso scrissero una lettera aperta alla ministra Lucia Azzolina che raccolse 85 mila firme.
repIntervista

Fonte originale: Leggi ora la fonte