Si allarga la rivolta dentro Facebook. In centinaia scioperano contro Mark Zuckerberg

Si allarga la rivolta dentro Facebook. Scioperano in centinaia contro Mark Zuckerberg che non ha preso posizione nei confronti del presidente Donald Trump e dei suoi eccessi online. I numeri esatti non sono noti. Alcune fonti parlano di 600 dipendenti, altre di 400. Di fatto in tanti hanno incrociato le braccia in una delle rare proteste avvenute fra i ranghi del social network. “Oggi partecipo allo sciopero virtuale in seguito alla decisione di non moderare i contenuti che noi pensiamo violino gli standard della piattaforma”, scrive Margo Stern che a Facebook si occupa di contenuti e in passato ha lavorato sulle stesse tematiche a Twitter.
Social Network

Fonte originale: Leggi ora la fonte