SOGLIANO. “BETTA: SON TRASCORSI VENT’ANNI”. Il ricordo affettuoso per Elisabetta Turroni nel ventesimo della sua scomparsa

 

Il video “Betta son trascorsi vent’anni” promosso da Prova d’Attore e la seconda edizione di “Come un baleno”, volume di poesie di Elisabetta Turroni edito da Società editrice Il Ponte Vecchio di Cesena, vogliono rappresentare un ricordo affettuoso per Elisabetta Turroni nel ventesimo della sua prematura scomparsa.

Il 18 marzo 2001 il Teatro Comunale di Sogliano al Rubicone è stato intitolato dall’Amministrazione Comunale, su suggerimento del consiglio dei giovani, ad Elisabetta Turroni, attrice cesenate di madre Soglianese che ha dedicato la sua breve ma intensa vita alla didattica teatrale, alla letteratura, alla poesia.

Nata a Cesena il 30 aprile 1973, Elisabetta Turroni ha studiato teatro a Roma nella scuola di Perla Peragallo. Ha poi frequentato laboratori con Danio Manfredini, Monica Francia e Roberto Biselli del “Teatro di Sacco” e uno stage per attori radiofonici con Marina Pitta e Gianfranco Raimondi, in collaborazione con la RAI.  È stata assistente alla regia per “Lady Macbeth, la grazia e le cose turpi” di Angela Malfitano (Festival di Asti e Santarcangelo, 1997). È stata attrice ed assistente alla regia di Gabriele Marchesini, “Teatro Perché” di Bologna, per lo spettacolo “Darwin delle Scimmie” di Giorgio Celli. Nel settembre del 1998 con Giuseppe Viroli, Cristina Casadei e altri, ha creato a Cesena la Compagnia teatrale “Teatro Distracci”.

Il 10 maggio 2000 è scomparsa improvvisamente a Verona, mentre frequentava un laboratorio teatrale diretto da Cesare Ronconi del “Teatro della Valdoca” di Cesena.

Grazie al fondamentale sostegno del Comune di Sogliano al Rubicone per la realizzazione delle due iniziative.